Menu Chiudi

Resistenze in serie e in parallelo – Impariamo a ricavarne i valori

Negli articoli precedenti, abbiamo visto cosa sono, a cosa servono e come ricavare il valore di una resistenza da inserire in serie ad uno o più diodi led utilizzando la legge di ohm.

Abbiamo però anche visto che sul mercato non esistono tutti valori possibili di resistenze derivati dai nostri calcoli, ma bensì solo alcuni standard. Sorge a questo punto la necessità di ricavare dei valori resistivi differenti utilizzando resistenze di valore standard, effettuando collegamenti chiamati “in serie” o “in parallelo”.

Configurazione in serie

Nella combinazione in serie di due o più resistori, il valore della resistenza totale o resistenza equivalente, è data dalla somma dei valori delle singole resistenze;

Rserie = R3+R4+…Rn

R3 = 220 ohm 1/4W

R4 = 680 ohm 1/4W

Rserie = 220 + 680 = 900 ohm 1/4W

Nella configurazione in serie, le resistenze sono tutte attraversate dalla stessa corrente; questo vuol dire che, se nel nostro circuito, le resistenze R3 e R4 fossero da 1/4W, la potenza risultante sarà sempre da 1/4W.

Configurazione in parallelo

Nella configurazione in parallelo, la regola generale ci dice che la resistenza equivalente corrisponde al reciproco della somma dei reciproci dei valori delle singole resistenze. Vi sono dei casi particolari che aiutano a calcolare la resistenza equivalente senza calcoli particolari. Nel caso di due resistenze in parallelo di uguale valore, la resistenza equivalente risulterà esattamente la metà del valore di una singola resistenza. Un’altro metodo per calcolare la resistenza equivalente di due resistenze in parallelo è dato dal dividere il prodotto dei due valori per la loro somma, come descritto nella formula che segue.

Formula da applicare nel caso in cui nel nostro circuito ci fossero due resistenze in parallelo:

Rtot = (R1xR2)/(R1+R2)

R1 = 1 Kohm 1/4W

R2 = 1 Kohm 1/4W

Rtot = (1000×1000)/(1000+1000) = 500 ohm 1/2W

Formula da applicare nel caso in cui nel nostro circuito ci fossero più resistenze in parallelo:

Rtot = 1:R1 + 1/R2 +… 1/Rn

Nella configurazione in parallelo, la corrente scorre diversamente rispetto alla configurazione in serie. Ipotizziamo di avere R2 e R3 di uguale valore ohmico e con potenza da 1/4W. In questo caso la resistenza risultante sarà esattamente la metà del valore, mentre la potenza complessiva risulterà raddoppiata (1/2W). Nel caso in cui invece, le due resistenze avessero avuto valori differenti, la risultante sarebbe stata sicuramente più piccola del valore più piccolo, e il flusso maggiore di corrente sarebbe avvenuto sempre sulla resistenza di minore valore ohmico.

 

Lascia un commento